Alla fine vince New Zealand! Onore per i Kiwi

neozelandesi vincono la Vuitton Cup con un netto 5-0

Arrivederci Luna Rossa, sfida kiwi ad Alinghi

Ita94 parte e bene e lotta sulla prima bolina in un lungo speed test: ma Nzl92 si conferma più veloce. Team New Zealand è lo sfidante: dal 25 giugno cercherà di riconquistare la Coppa America

Tifosi neozelandesi (Afp)

Tifosi neozelandesi (Afp)

Ci hanno provato giocando le ultime carte: piccole modifiche alla barca, una nuova randa e una regata senza errori, giocata sulla velocità nel primo lato di bolina dopo una bella partenza sul lato voluto, il destro. L’equipaggio di Ita94 saluta la Coppa America con una prova senza errori ma persa con un avversario che, in queste condizioni almeno, si è dimostrato più veloce. Per Luna Rossa è un arrivederci: Patrizio Bertelli ha già detto che ci riproverà, anche se bisognerà vedere con quali partner comincerà la nuova avventura.
[continua su Corriere.it]

Congratulations to ETNZ!

Proud day to be Kiwi

Grant Dalton:

“I would just like to say congratulations to Luna Rossa – they were a fantastic team and gave us a very good contest.”

“To all of our supporters here and in New Zealand, you are absolutely brilliant – we love you!”

[from Peter Lester Blog]

Alla fine della Vuitton Cup il primo bilancio a caldo dei protagonisti

De Angelis: «Sono stati perfetti, noi no»

Lo skipper di Luna Rossa: «Non mi aspettavo un 5-0». Spithill il più deluso: «Potevo fare di più». Bertelli: «Riprovare? Vedremo»

L'equipaggio di Ita94 al rientro alla base (Reuters)

L’equipaggio di Ita94 al rientro alla base (Reuters)

L’avventura, la terza consecutiva di Luna Rossa, è finita. Francesco de Angelis, lo skipper che l’ha condotta prima al timone poi dal pozzetto, fa il primo bilancio a caldo mentre Team New Zealand festeggi la Vuitton Cup (vinta con un netto 5-0) e guarda già alla sfida-rivincita con Alinghi per la Coppa America. «Siamo secondi e a testa alta – dice de Angelis ai microfoni di La7-. Da una parte rimane l’amaro per la regata appena conclusa, ma alla fine hanno regatato bene, sono bravi, è un team forte. Per vincere bisognava essere perfetti, loro lo sono stati e a volte gli è anche girata bene, complimenti».

«GIUSTO APPLAUDIRLI» – «Ringrazio il mio team per il lavoro svolto. Ci siamo giocati la finale ma lo sport è questo – ha aggiunto De Angelis -. È sorprendente un risultato così forte, penso non se l’aspettassero neanche loro. Dipende da chi arriva più in forma in quella settimana». Alla fine l’equipaggio di Luna Rossa ha applaudito i vincitori: «C’è rispetto tra i team, è giusto applaudirli. Questo è il gioco, il punteggio non riflette certe cose, ma a questi livelli si deve essere perfetti. Noi non lo siamo stati, loro sì.
[continua su Corriere.it]

Annunci

8 pensieri su “Alla fine vince New Zealand! Onore per i Kiwi

  1. Peccato mi sarebbe piaciuto, se dovevamo perdere, almeno un 5-3 o, maglio, 5-4… è andata così i kiwi hanno dimostrato una netta superiorità a livello della Coppa America del 2000… sarà per la prossima volta, intanto ci confermiamo come una grande nazione velistica internazionale, ma non c’era bisogno di quest’evento basta vedere i risultati che abbiamo nelle altre classi! E ora prepariamoci ad una grande America’s Cup direi che Gli Svizzeri di Alinghi (svizzeri?) dovranno combattere con il coltello fra i denti per riconfermarsi Defender

  2. I was justified reading a assuredly question on how to make your down comforter all unimportant again and scarcely all the answers said that you can put some tennis balls in the dryer to amount to that happen. how to increase tableSo how does that chef-d’oeuvre exactly? Why does this happen? Can you power something else pretty than tennis balls? Appreciation you!
    how to twine tennis

  3. Петербуржская Школа Правильного Питания (7 минут от метро “Чернышевская”) приглашает всех желающих избавиться от лишнего веса на бесплатные вечерние (18:45) ознакомительные занятия 15, 16, 18, 19 и 22 июня 2009г.
    Более подробная информация и запись на сайте – http://hudeem-vmeste.com

  4. For a second everything went quiet in the cab, then the driver said, “Look mate, don’t ever do that again. You scared the daylights out of me!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...