Lez.1.8) – “Bordeggio” (Corso di teoria della vela)

006c0605ll1Continuiamo la pubblicazione, per gentile concessione di Renato Chiesa (ww.renatoc.it), la pubblicazione in 14 puntate del corso di

TEORIA DELLA VELA
(di Renato Chiesa)

1.8) 8°lezione
Bordeggio

Poiché una barca a vela non può navigare controvento, è necessario, per poter arrivare al punto di destinazione che si trova nella direzione di provenienza del vento, procedere a zig-zag. Questo modo dì procedere si chiama bordeggio.

Tale andatura si ottiene cambiando mura (lato della barca esposto al vento), virando, se si è controvento; strambando se ci si trova col vento in poppa o al lasco.

Se il vento arriva dalla parte destra della barca si dice che procediamo mure a dritta, se, invece, arriva da sinistra, diremo mure a sinistra. Quando un’altra barca, o un altro oggetto è situato tra noi e il vento si dice sopravento, il contrario si dice sottovento.

[…]

Prosegue Lunedi´prossimo nella seguente puntata:

Quando: Lunedì 7 aprile 2007
Capitolo: Nona puntata
Si parlerà di: “1.9) VMG (Velocity made good)

Le lezioni pubblicate:

Indice del Corso di teoria della Vela

In questo corso troverete tanti termini appartenenti al tipico gergo navale. Se avete bisogno di chiarimenti potete consultare
1) il GLOSSARIO DEI TERMINI NAUTICI (in ordine alfabetico);
2) il GLOSSARIO DEI TERMINI NAUTICI (suddiviso in categorie);

(il corso è realizzato da Renato Chiesa – www.renatoc.it)

Annunci

5 pensieri su “Lez.1.8) – “Bordeggio” (Corso di teoria della vela)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...